Storia del Baccarat

Il Baccarat risale al medio evo. Si dice che sia stato il primo gioco di carte  giocato su di un tavolo. Originario dell’Italia, ben presto prese la via della Francia dove trovo accoglienza tra la classe aristocratica. Una successiva evoluzione del gioco portò alla nascita del Baccarat europeo e di un gioco francese che successivamente prese il nome di òchemin de ferò.

Lòchemin de ferò ò molto simile al Baccarat che è giocato tuttora nei casinò americani. La differenza consiste nel fatto che il banco è tenuto da uno dei giocatori anzichò dalla casa da gioco. La carica di banchiere ruota a turno attorno al tavolo nella stessa maniere dei dadi al tavolo del craps. è interessante osservare che il casinò naturalmente non sostiene alcun rischio in questo gioco, semplicemente carica una commissione su ogni banchiere.

Il Baccarat che oggi noi conosciamo ha avuto origine in Gran Bretagna e passando per il Sud America è approdato finalmente nel Nevada. Il malfamato casinò Dunes introdusse il Baccarat alla fine degli anni ’50, e alla fine ha avuto la sua migrazione nel mondo del world wide web.

Il Baccarat ha pure una sua storia oltremare, che ha il suo punto piò saliente nella popolaritò tra gli asiatici che visitano Las Vegas ogni anno. I piò grandi scommettitori spesso vengono d’oltreoceano a tentare la sorte sotto i candelabri delle eleganti camere da Baccarat di Las Vegas. Nei casinò del territorio portoghese di Macao, vicino a Hong Kong, la popolaritò del Baccarat non ha rivali. Al contrario dei sistematici e ordinatissimi casinò americani, questi tavoli da gioco portoghesi spesso consentono a piò giocatori di scommettere sullo stesso punto contemporaneamente, mentre esperti croupier tengono a mente il conto delle commissioni di ogni giocatore sulle scommesse vinte dal banco.